Il Contest letterario di Immersivita.it

Bentrovati a tutti i miei lettori! Come avevo già accennato precedentemente, ho pensato di lanciare un contest letterario di microstorie. Partecipare è semplicissimo e i premi sono di tutto rispetto. Inserisco di seguito il Regolamento (cliccate se volete scaricarlo e leggerlo in formato PDF). Mi raccomando, leggete con attenzione e, se avete domande, chiedete pure nei commenti. Un appunto: vi suggerisco di leggere il mio articolo sulla Flash fiction (o Microstorie) per partire col piede giusto.

  • Concorso: Un Uomo Entra in un Caffè…
  • Tipo di Contest: Letterario. Non a scopo di lucro, gratuito e senza alcun obbligo di acquisto.
  • Inizio: Adesso!
  • Scadenza: 15 Dicembre 2018.
  • Premiazione: Entro il 20 Gennaio 2019.

Condizioni di Partecipazione

  • La partecipazione è assolutamente gratuita!
  • Iscrizione obbligatoria al sito web Immersivita.it. Se non siete iscritti al blog sarete esclusi dal concorso!

  • Iscriviti al blog tramite email

    Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

    Unisciti a 253 altri iscritti


 

  • Inviare la microstoria attraverso il form che, per comodità, inserisco anche di seguito. Usate l’indirizzo email con cui vi siete iscritti al blog!

 


 

  • Massimo due invii a persona.
  • Non inviate immagini!

Caratteristiche obbligatorie dei racconti

  • Componimento in lingua italiana.
  • La microstoria deve obbligatoriamente iniziare con questo incipit: “Un uomo entra in un caffè…”. Senza virgolette, s’intende, e i puntini sospensivi sono a discrezione dell’autore. Importante: ricordate che la lunghezza minima e massima non sono influenzate né dall’incipit né dal titolo!
  • Lunghezza minima: 6 parole (esclusi incipit e titolo).
  • Lunghezza massima: 1000 parole (esclusi incipit e titolo).
  • Tema: libero. Tendo a premiare l’originalità. Come specificato, la lunghezza può essere estremamente variabile; tuttavia, darò la stessa importanza alle opere più brevi come alle più lunghe (sempre entro i limiti sopra riportati). Sì: un racconto di 6 parole ha le stesse probabilità di vittoria di uno di mille.
  • Ambientazione: libera.

Premi

  • Una copia autografata del mio romanzo Cuore di Tufo, edito da Dark Zone edizioni.
  • Un segnalibro con tazzina di caffè fatta a mano in paste polimeriche, come da foto. Realizzata dallo splendido shop handmade I Librosi.
  • Un buono di Ibs (Happy Card) da 20€ per l’acquisto di libri.
  • Spedizione a carico mio con tracciamento. Il vincitore sarà contattato per l’ottenimento dei dati. I dati personali saranno trattati nel rispetto del codice sulla privacy, ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs n. 196/2003.
  • La pubblicazione del racconto vincitore sul mio blog, ovviamente. E un’intervista al vincitore, nel caso gli faccia piacere.
  • Una POTENZIALE pubblicazione dei racconti più meritevoli in un’antologia GRATUITA in formato ebook sui principali store online. Ogni racconto verrà attribuito al relativo autore. Procederò alla relazione dell’antologia SE e soltanto SE riceverò abbastanza invii di un certo livello. In quel caso, gli interessati saranno avvertiti dal sottoscritto e avranno tutto il diritto di tirarsi indietro, se lo vorranno.

Tazzina paste polimeriche

È tutto! Ripeto: se qualcosa non è chiaro, chiedete pure nei commenti. Potete seguire gli aggiornamenti sul concorso attraverso la mia pagina Facebook.


 

Aggiornamento: sono aperte da oggi (15 novembre) le partecipazioni via Facebook! Per inviare le vostre microstorie è sufficiente seguire le indicazioni di questo post. Se decidete di partecipare da Facebook, potete ignorare le condizioni di partecipazione di cui sopra.
 

Buon divertimento e che vinca il più creativo!

Il Palombaro

Il Palombaro = Giuseppe Chiodi. 1992. Napoli. Nel 2009 termino il mio primo romanzo e seguo il corso di narrativa di AgenziaDuca.it, che accende il mio interesse per l'argomento. In seguito, conseguo un certificato C2 di Cambridge English e lavoricchio come traduttore freelance (inglese - italiano). Ma ho poca fortuna. Continuo a scrivere.
Seguo, nel 2016, il corso "Lavorare in Editoria" dell'agenzia letteraria Herzog, e collaboro per alcuni mesi con la casa editrice Tullio Pironti di Napoli. Nel frattempo, scrivo un gran numero di racconti (buona parte inviati a concorsi letterari) e un nuovo romanzo, Cuore di Tufo, in uscita per Dark Zone edizioni.
Perché il Palombaro? Perché esplora nuovi mondi, come l'astronauta, e allo stesso modo indossa uno scafandro che ne annulla la personalità. Il Palombaro diventa un simbolo di mistero e di scoperta, ma nel nostro stesso mondo. L'immersione equivale alla totale immedesimazione nelle nostre azioni e all'esclusione di tutto il resto. E poi, adoro il mare!

*L'immagine dell'avatar appartiene a http://danstender.deviantart.com/ *