Immersività

Scrivere x Annegare

Le Razze di Tolkien: i Nani sono realmente esistiti?

Dopo aver tentato di spiegare l’esistenza degli Hobbit nel mondo reale, è giunto il turno di trattare un’altra, grande razza di Arda. Che i Nani siano davvero esistiti? Scopriamolo insieme in questo viaggio tra Neanderthal, Neolithic Farmers e popolazioni dell’età del bronzo.
Continua a leggere…

Aggiornamenti e Saluti

Il blog chiude per ferie! Ma non temete: tornerò dopo l’estate. Inoltre, ho alcune novità da comunicare…
Continua a leggere…

Le Microstorie di Maggio 2018

Le microstorie pubblicate sulla mia pagina facebook (Immersività blog – Giuseppe Chiodi autore) nel mese di maggio 2018.
Continua a leggere…

Intervista all’Autore: Francesca de Angelis

«Bisognerebbe far leggere ai bimbi libri in cui vi sono personaggi in cui riescono ad identificarsi. Leggere di una persona che sembra avere i tuoi stessi problemi ti aiuta a sentirti meno solo e, in qualche occasione, anche a risolverli». Francesca de Angelis
Continua a leggere…

Recensione: Di Metallo e Stelle — L’apprendista di Leonardo, di Luca Tarenzi

Di Metallo e Stelle, fantasy storico partorito dalla penna di Luca Tarenzi, è ambientato nella Milano del 1499. Il Castello Sforzesco è sotto assedio. La vita di Giacomo, apprendista di Leonardo da Vinci, viene sconvolta dai segreti del suo maestro, che riportano alla luce misteri alchemici e presenze mostruose.
Continua a leggere…

Intervista all’Autore: Giuseppe Calzi

«Le paure più profonde sono quelle che minacciano le nostre emozioni più intime, quelle di tutti i giorni. Mi piace sondare il lato oscuro della vita quotidiana, proporre le emozioni profonde e inconsce di ognuno di noi, e lo faccio attraverso la lente del genere horror psicologico». Giuseppe Calzi
Continua a leggere…

© 2018 ImmersivitàPrivacy e Cookie Policy

Le illustrazioni nell'header e nello sfondo appartengono al bravissimo Georges Le MercenaireUp ↑

_______________________

Cuore di Tufo, il mio romanzo dark fantasy.


Cosa accadrebbe se le leggende popolari napoletane prendessero vita?