Immersività

Scrivere x Annegare

Tag

tecniche narrative

Narrativa e Neuroscienze: il Cervello Simula ciò che Leggiamo

Leggere non è come guardare la televisione. La rapida sequenza di immagini, la luminosità dello schermo e i suoni bombastici sono studiati per catturare l’attenzione. Sappiamo tutti quanto siano coinvolgenti certe serie tv, tanto da alienarci completamente e costringerci a… Continue Reading →

10 Trucchi per Scrivere il Dannato Romanzo

Sappiamo tutti quanto sia difficile scrivere un intero romanzo, a differenza di un racconto più o meno lungo. È facile perdersi per strada e lasciare le cose a metà, per poi recuperarle in seguito oppure mai più. Per tale motivo… Continue Reading →

Il Punto di Vista e i Tempi della Narrazione. Regole, Consigli, Esempi

Il POV (Point of view) o PDV (Punto di vista) è un elemento fondamentale di un romanzo. Dalla gestione del punto di vista si può facilmente distinguere un neofita da un autore navigato. Gli errori di POV, infatti, sono tra… Continue Reading →

Show don’t tell. Mostra, non raccontare

«Non dire che la vecchia signora gridò. Mandala in scena e lasciala urlare». Mark Twain. Ho già parlato, nel precedente articolo, della nascita e dello sviluppo della narrativa contemporanea. Il cardine intorno al quale ruota questa concezione di scrittura è la… Continue Reading →

Cenni di Narratologia e Narrativa Contemporanea, da Flaubert a Palahniuk

A scuola mi furono insegnati i rudimenti di romanzologia. La fabula, l’intreccio, la focalizzazione… finanche qualcosa di avanzato come il deus ex machina. Studiai il vecchiume che studiano tutti, con una predilezione per la Commedia di Dante e I Promessi… Continue Reading →

Tu non sai scrivere narrativa!

“(…) Poi attaccò a suonare. Ma suonare non è la parola. Un giocoliere. Un acrobata. Tutto quello che si può fare, con una tastiera di 88 tasti, lui la fece. A una velocità mostruosa. Senza sbagliare una nota, senza muovere… Continue Reading →

© 2017 ImmersivitàPrivacy e Cookie Policy

Le illustrazioni nell'header e nello sfondo appartengono al bravissimo Georges Le MercenaireUp ↑